fbpx
El Sistema Venezuela

Lì seduto in prima fila, il direttore d’orchestra José Antonio Abreu, fondatore de El Sistema, ha salvato migliaia di bambini e ragazzi che rischiavano di perdersi nel giro della malavita.

L’orchestra intesa come “società ideale”, come comunità che unisce i ragazzi provenienti dalle classi socioeconomiche più disagiate. Musica travolgente ed energica, forza di un popolo che ha voluto riscattarsi.

Negli ultimi anni il Venezuela è un Paese in continua crisi economica, istituzionale e sociale. Ogni giorno migliaia di persone fuggono all’estero per scappare dalla fame. Le misure economiche introdotte da Nicolas Maduro ha portato il Paese ancora più in crisi generando inflazione e fuga di capitali. Eppure fino agli anni Settanta era considerato uno dei Paesi più ricchi al mondo anche per le sue riserve petrolifere.

Più di quarant’anni fa però, si è concretizzato un sogno

El Sistema, nato nel 1975, è un modello didattico musicale che consiste nella diffusione dell’educazione musicale pubblica con accesso gratuito e libero per bambini e ragazzi di tutti i ceti sociali, permettendo il recupero e la prevenzione per i giovani esposti al crimine, alla povertà e alla droga.

In 40 anni più di 900.000 bambini e adolescenti e 10.000 insegnanti coinvolti in oltre 1.500 orchestre e cori in tutto il Venezuela, mentre El Sistema è stato replicato in più di 50 altri Paesi.

Speriamo che il Venezuela torni a splendere facendosi forza attraverso la sua identità culturale e che il suo modello possa essere un esempio sempre più diffuso.


Conga del fuego – Arturo Marquez, direttore Gustavo Dudamel


“La musica trasforma le diversità in speranza,
ogni sfida in azione, i sogni in realtà”
J. A. Abreu


Leggi anche:
Ken Robinson: cambiare i paradigmi dell’educazione

Categories:

Non ci sono commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ricevi la tua guida gratuita